Rassegna Stampa

BARI – CONVEGNO DI STUDIO EARTH DAY 2018 – Vitoronzo Pastore

BARI – CONVEGNO DI STUDIO EARTH DAY 2018 – 

CHANGE MENTALITY “Anthropogenic Global Effects”

BARI – 20 aprile 2018 – ore 15,30 – PORTO – Sala Conferenze dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (terminal Crociere piano 2) – varco automobili da Piazzale della Vittoria (fronte  Fiera del levante) – ingresso pedoni da piazzale C. Colombo, Fermata pullman di linea A/R

Nel Decennio ONU – UNESCO Avvicinamento delle Culture 2013-2022, il Club per l’UNESCO di Bisceglie, Membro della Federazione italiana club e centri per l’UNESCO (Ficlu), con la sua Presidente Pina Catino e con la partecipazione dell’Associazione Culturale Porta d’Oriente – Libero Sviluppo Mediterraneo di Bari avente come Presidente Concetta Fazio Bonina, entrambe realtà da sempre impegnate a sostenere incontri di in-Formazione finalizzati a stimolare il pensiero critico e indurre il senso di collettività e responsabilità nei confronti del mondo in cui viviamo, hanno promosso il Convegno di Studio per la Giornata Mondiale della Terra, dal titolo “CHANGE MENTALITY “Anthropogenic Global Effects” – Gli obiettivi in AGENDA 2030 ONU per lo Sviluppo Sostenibile del Millennio”.

Il convegno, che si terrà presso la Sala Convegni dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (Terminal Crociere piano 2) nel Porto di Bari il prossimo venerdì 20 aprile 2018, vede come coordinamento scientifico per l’Italia il Geol. Salvatore Valletta, Presidente dell’Ordine dei Geologi della Puglia mentre per gli USA, l’Ing. Solidea M. C. Bonina – PhD Environmental Scientist.

L’incontro tecnico-scientifico è finalizzato a favorire l’interazione tra Nazioni afferenti a Continenti diversi, a fornire l’occasione per una riflessione sul rilievo futuro del nostro territorio e far comprendere l’importanza delle Scienze della Terra per l’intero Pianeta. Le Nazioni Unite celebrano ogni anno la Giornata della Terra, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile. Un evento la cui importanza venne già testimoniata dal Segretario Generale U Thant nella sua dichiarazione del 21 Marzo 1971, in occasione dell’Earth Day. Lo stesso, in quell’occasione, disse: “Possano arrivare giorni pacifici e gioiosi, per la nostra bella navicella spaziale Terra, che continua a correre e a girare per lo spazio freddo col suo caloroso e fragile carico di vita”, parole espresse con l’intenzione di ricordare a tutti la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, nel tempo, di non danneggiare e lasciare integro il nostro Pianeta per le future generazioni.

La celebrazione, nata il 22 aprile 1970, ad oggi coinvolge precisamente 175 Paesi e rappresenta un avvenimento educativo ed informativo per sensibilizzare la gente sul tema del rispetto del nostro Pianeta che, non dobbiamo dimenticarlo, è l’unico Pianeta che abbiamo.

Dopo la Cerimonia d’Apertura a cura di Prof. Avv. Ugo Patroni Griffi – Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, i saluti delle Autorità e la lettura del Preambolo dall’Atto Costitutivo dell’UNESCO e del Messaggio della Giornata del Direttore Generale UNESCO madame Adrey Azoulay a cura delle Presidenti Pina Catino e Concetta Fazio Bonina, interverranno in video conferenza dagli USAIng. Solidea M.C. Bonina – LAKE MICHIGAN: A new research over the last  150 years until nowadays; Dott. Troy Stronk – U. S. Environmental Protection Agency Superfond Program: Contaminated site cleanup in the us, 37 years and counting

Relativamente all’Italia, ed in particolare alla nostra realtà pugliese, interverranno Geol. Salvatore Valletta – Presidente dell’Ordine dei Geologi della Puglia che coordinerà i Lavori; Prof. Antonio Paglionico– referente della Società italiana di geologia ambientale (Sigea), già Docente preso l’Università degli Studi di Bari “A. Moro”: Effetti sul medio e lungo periodo dell’attuale Global Warming; Prof. Giovanni Coppini – Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (Cmcc) – Ocean Lab, Blue Growth: Scienza e innovazione al servizio della sostenibilità in mare; Dott. Maurizio Raeli – Direttore del Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes (Ciheam) Bari: Agricoltura sostenibile nel Mediterraneo come strumento di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici; Dott. Maurizio Polemio – Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Irpi-Cnr): Il Cambiamento Globale e le acque sotterranee: l’adattamento non è procrastinabile; Prof. Giuseppe Mastromuzzi – Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali dell’Università degli Studi di Bari “A. Moro”: Le Coste: alla ricerca di un equilibrio in un clima che cambia; Dott. Domenico Macaluso – Responsabile Coordinatore Operazioni Subacque Prog. Monitoraggio Territorio Ambiente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv): Antropic Global Warming: Mistificazione mediatica o tragica realtà?; Prof.ssa Lucia Schinzano – Giornalista – Direttrice del Web Magazine Ambient&Ambienti: Comunicare la Sostenibilità: i cambiamenti climatici.

Grazie alla diffusione di internet, lo spirito fondante dell’Earth Day ed in generale la celebrazione dell’evento promosso a livello globale, è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo. La copertura mediatica della 1° Giornata Mondiale della Terra venne realizzata da Walter Cronkite della CBS News con un servizio intitolato “Giornata della Terra: una questione di sopravvivenza” e l’evento diede una spinta determinante alle iniziative ambientali che si svilupparono in tutto il mondo contribuendo quindi a spianare la strada al Vertice delle Nazioni Unite del 1992 a Rio de Janeiro.

L’incontro di in-Formazione del 20 aprile presso Terminal Crociere nel Porto di Bari gode del Patrocinio di: Regione Puglia Presidente del Consiglio, Comune di Bari, Città di Bisceglie, Ciheam Bari, Irpi-Cnr, Fondazione CMCC,  Dipartimento di Scienze della Terra Università degli Studi di Bari “A. Moro”, Ordine dei Geologi della Puglia, University Illinois Chicago, Accademia delle Culture e delle Scienze Internazionali, ANMI di Bari, Club per l’UNESCO di Bari (Italia), Club UNESCO Cegea (Messico), Rotary Club di Bisceglie, SIGEA, SOMS “Roma Intangibile” di Bisceglie, Trimestrale di Ecologia Villaggio Globale.

Inoltre, hanno aderito le Scuole Associate UNESCO: 2 Circolo Didattico “Caputi” di Bisceglie, Polo Liceale IISS “G. Galilei” di Monopoli e gli Istituti scolastici IISS “G. dell’Olio” di Bisceglie e Liceo Scientifico “G. Salvemini” di Bari.

Si ringraziano i SOCI Agata ANGELICO – Solidea M. C. BONINA – Concetta FAZIO BONINA – Maria CONSIGLIO – Antonio de LEO – Mimmo MACALUSO – Vito Leonardo TOTORIZZO – Salvatore VALLETTA per il fattivo ed instancabile impegno profuso nella realizzazione della Giornata di Studio – si ringraziano tutti coloro che hanno concesso il Patrocinio e Collaborazione – i Giornalisti che ne daranno visibilità

 

 

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi