Bersoglieri

Bersaglieri

BERSAGLIERI

Il Corpo dei Bersaglieri fu istituito in Piemonte il 18 giugno 1836 su proposta del Generale Alessandro La Marmora con compito di funzione di esploratori e assaltatori.  I Bersaglieri ebbero il battesimo di fuoco l’8 aprile 1848 alla battaglia del Ponte di Goito, all’inizio della 1^ Guerra d’Indipendenza, ove restò gravemente ferito lo stesso La Marmora. Nell’aprile del 1849 intervennero per sedare i moti di Genova. Nel 1855 in Crimea e la morte del Generale La Marmora.

Presero parte alla 2^ Guerra d’Indipendenza (1859), ai fatti d’arme di Palestro, Borgo Vercelli, San Martino, Pozzolengo, Cedole e Guidizzolo. Dopo l’armistizio di Villafranca la Lombardia passò al Re di Sardegna. La Campagna del 1860-61 contro lo Stato di Pontificio, la battaglia di Pesaro, la conquista di Perugia, Rocca di Spoleto e i combattimenti tra Osimo e Castelfidardo, successivamente a Gaeta, Capua, Messina, alla Campagna del Brigantaggio (1861-63).

Nella 3^ Guerra d’Indipendenza (1866) a Custoza, nella Valsugana, Borgo Forte e sul Torre, Monte Cricol, Casa Mongabia, Monte Vento, Villafranca, Primolano, Borgo e Levico.

Protagonisti nella presa di Roma del 20 settembre 1870 irrompendo la Breccia di Porta Pia travolgendo gli Zuavi Pontifici.

Parteciparono alle Campagne coloniali, il primo sbarco dei Bersaglieri a Massaua il 5 febbraio 1855, ai combattimenti di Agordat (1890-1893), Cassala 1894, Adua (1896), alla Spedizione in Cina nel 1900, alle operazioni per la conquista della Libia e Dodecanneso.

All’inizio della 1^ Guerra Mondiale i Besaglieri erano disposti su 12 Reggimenti, ognuno era disposto di un Comando, 3 Battaglioni a piedi, 1 Battaglione ciclisti e di un Deposito. Nel 1915 furono costiruiti diversi Battaglioni per sostituire i Battaglioni in Colonie e in Albania, furo no costituite Unità con gli stessi numeri ma bis, il 10° Reggimento bis (il 10° era in Albania).

Durante la guerra 1915\18 il Corpo è ordinato in 2 Divisioni Speciali, 7 Brigate, 21 Reggimenti e 5 Battaglioni autonomi.

Inoltrata il 10\9\18 dall’Ufficio Postale di Novara per Gattico (Novara). Censura militare.

I Bersaglieri a ricordo del loro fondatore Allessandro Lamarmora morente in Crimea

Cartolina del Museo Storico dei Bersaglieri inoltrata il 13\7\1904 dall’Ufficio Postale di Roma per Città.

Inoltrata il 3\8\1899 dall’Ufficio Postale di Padova per Recoaro

1° Reggimento Bersaglieri. Affrancata c. 2 “Acquila Sabauda”, inoltrata il 10\1\1905 dall’Ufficio Postale di Biella per Alberobello (Bari)

9° Battaglione Bersaglieri. Affrancata c. 5 “Leoni” inoltrata il 30\7\15 dall’Ufficio Postale di Ventimiglia per Rapallo. Litografia Doyen, Torino.

2° Reggimento Bersaglieri. 18 giugno 1902 66° Anniversario di Fondazione. Litografia Doyen, Torino.

Inoltrata il 6\11\02 dall’Ufficio Postale di Lecco per Vaste (Lecce)

Inoltrata il 9\7\02 dall’Ufficio Postale di Palermo per Mantova

Inoltrata il 8\8\07 dall’Ufficio Postale di Marsiglia (Francia) per Eguilles

Il  3° Bersaglieri e il Reggimento più decorato d’Italia.

Impiegato nella 1^ Guerra Mondiale nell’ambito delle Divisioni di Fanteria distinguendosi nel 1915 sul Col di Lana, sul Carso, a Vermigliano e Monte Sei Busi.  Nel 1916 a Siez, Monte Dief, sul Piccolo Colbricon. Val Cismon Jamiano a quota 144 nei mesi di agosto-settembre. Nel 1917 vede il Reggimento ancora impegnato sul Carso a Flondar, Monfenera, Piave, Senson e Ponte Pinzano. Nel corso del 1918 è impiegato a Costalunga, Piave, Vittorio Veneto, Serravalle, Passo del  Faldato e Pieve del Cadore perché inquadrato dal 29 agosto al IV novembre nella VII Brigata Bersaglieri insieme al 2° Reggimento. Il suo Battaglione Ciclisti invece opera come unità autonoma e si distingue in azioni di retroguardia nel 1917 e di resistenza sul Piave nel giugno 1918.

3° Reggimento Bersaglieri

3° Reggimento Bersaglieri. R. Rimoaldi, Roma.

Il 6° Reggimento si ricostituisce il 1° Gennaio 1871 ad Ancona. Concorre alla formazione di reparti inquadrati nelle Campagne d’Eritrea. Impegnato con oltre 1.000 uomini in Libia nel 1911-12.  Affronta la Grande Guerra, nel 1915 nella Conca di Plezzo, sul Carso nel 1916, sull’Isonzo, il Vodice, la Bainsizza nel 1917 e sul Sasso Rosso nel 1918.

Inolltrata il 17\10\18 dall’Ufficio Postale di Vicenza per Torino. Manoscritta: Ho avuto due giorni di permesso per venire a Vicenza, finalmente! Il 17 mattina ritorno al mio vecchio Piave…

6° Reggimento Bersaglieri

6° Battaglione. Edizione O. Onestinghel, Verona

6° Reggimento Bersaglieri. Illustratore Santoro. G.S. Vidau, Ancona

Il 7° Reggimento viene costituito in Verona 1° Gennaio 1871. Concorre alla formazione di reparti inquadrati nelle Campagne d’Eritrea esuccessivamente alla Campagna di Libia Nel 1915 il X° Battaglione conquista la città trentina di Bezzeca. Dal 6 novembre 1916 il Reggimento viene inquadrato nella II Brigata Bersaglieri.

Inoltrata il 26\7\02 dall’Ufficio postale di Milano per Bari

Inoltrata il 31\7\1902 dall’Ufficio Postale di Milano per Cumiana (Torino)

Il 9° Reggimento Bersaglieri costituito in Bari il 1° Gennaio 1871 con il XXVIII Battaglione e dai Battaglioni XXX, XXXII e XL. I suoi Reparti furono frequentemente impegnati nelle Campagne contro il brigantaggio e in servizio di ordine pubblico (S. Giovanni in Persiceto) durante il terremoto calabro-siculo nel 1908 Adua ( Eritrea 1895-96), Libia (1911-12).  Nella 1^ Guerra Mondiale a Conca di Plezzo.Oslavia (1915).  Nel 1916 :Monte Zebio, Monte Colombara, Carso, Nad Logen, Gorizia. Nel 1917: Hermada, Monte Ortigara, Monte Forno, Passo Agnello, Plrka, Kozliak, Monte Canizza, nel 1918 il Piave.

9° Reggimento Bersaglieri. Stab. A. Marzi, Roma

10° Reggimento Bersaglieri. Litografia A. Cantarella, Milano

11° Reggimento Bersaglieri. Formato in Caserta il 16 settembre 1883 col 15°, 27° e 39° Battaglione. Illustratore Matonia. Litografia Doyen, Torino.

11° Reggimento Bersaglieri. Eliocromia Fumagalli & C., Milano

11° Reggimento Bersaglieri. Affrancata c. 2 “Acquila Sabauda” inoltrata il 21\7\1906 dall’Ufficio Postale Abulante Foggia-Bologna per Torino. Stab A. Marzi, Roma

Fronte-retro di cartolina commemorativa: I Bersaglieri d’Italia l’11 novembre 1907 offrivano alla Nave “Il Bersagliere” la Bandiera di Combattimento. Affrancata c. 10 “Leoni” inoltrata il 31\12\1907 dall’Ufficio Postale di Roma (Ferrovia).

28° Battaglione del 9° Reggimento Bersaglieri. Litografia Cantarella, Milano

“Avanti Savoia”. La conquista del Monte Nero – Giugno 1915. Illustratore Campestrini.

Affrancata c. 2 “Acquila Sabauda” inoltrata il 21\9\1902 dall’Ufficio Postale di Benevento per La Spezia. Editore Gaetano Jevolella, Benevento

Affrancata c. 2 “Acquila Sabauda” inoltrata il 22\8\1903 dall’Ufficio Postale di Messina per Roma. Fotografia Lucchesi, Alterocca, Terni.

Autorità Militari e Civili invitate per l’inaugurazione del Museo Storico dei Bersaglieri. Foto P. Lucchesi, Editore Rimoaldi, Roma.

Iconografia storica dei Bersaglieri – anno 1931. Illustrastore Degai

Affrancata c. 10 “Leoni” inoltrata il 5\7\26 dall’Ufficio Postale di Torino per Napoli. Illustratore Beltrame

Affrancata c. 5 “Leoni” inoltrata il 28\1\21 per San Giovanni la Punta

Cartolina Postale c. 10 “Leoni” con francobollo aggiuntivo c. 5 “Leoni” inoltrata 26\18\19 dall’Ufficio Postale di Roma per Bossolasco (Cuneo). Illustratore V. Retrosi.

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi