Elenco campi di prigionia

Campi Prigionieri di Guerra in Italia

Campi Prigionieri di Guerra in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale

Campo

Posizione

Note

Tedesco

Dulag226 Pissiguano Chiamato anche “CC 77”
Dulag 339 Mantova Precedentemente 337
Stalag

339

Trieste

Italiano

PG 5 Gavi -Serravalle Scrivia Piemonte . Circa 32 km a nord di Genova
PG 10 Acquapendente Viterbo
PG 12 Candeli /Vincigliata Castello del XIII secolo vicino a Firenze . (circa 25 prigionieri alla volta). Furono imprigionati diversi generali britannici compreso il generale Sir Adrian Carton de Wiart Maresciallo Owen Tudor Boyd , il tenente generale Richard O’Connor , tenente generale Philip Neame , e il neozelandese brigadiere Reginald Miles e James Hargest . Vi furono diversi tentativi di fuga con successo, 6 ufficiali attraverso un tunnel, 4 sono stati catturati poco dopo, Briga. Miles e Hargest fuggirono in Svizzera e Hargest proseguì per  Inghilterra attraverso la Spagna. Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, 11 agenti e 14 ufficiali fuggirono con altri italiani aiutati da partigiani. Molti sottufficiali e soldati furono circondati dai tedeschi e internati  in Germania.
PG 17 Rezzanello Vicino a Piacenza
PG 19 Bologna
PG 21 Chieti Vecchio Convento adibito a Campo Ufficiali. Dopo l’armistizio furono catturati dai tedeschi e trasferiti al PG78 nei pressi di  Sulmona e successivamente internati in Germania.
PG 23 Vestone vicino a Brescia
PG 26 Cortemaggiore Piacenza
PG 27 San Romano Pisa
PG 29 Veano Piacenza
PG 32 Bogliaco lago di Garda vicino a Salò , Brescia
PG 35 Certosa di Padula Monastero, vicino a Salerno
PG 38 Poppi Monastero vicino Arezzo
PG 41 Montalbo
PG 43 Garessio Cuneo
PG 47 Modena Ufficiali, principalmente neo-zelandesi
PG 49 Fontanellato Orfanotrofio vicino a Parma . Dopo l’armistizio 600 prigionieri furono custoditi da repubblichini e successivamente dai  tedeschi.
PG 50 Caserna Genova Cavalleria – centro di stoccaggio – Roma
PG 51 Altamura Villa Serena Bari – Campo di transito
PG 52 Chiavari
PG 53 Sforzacosta Liguria . Più di 10.000 prigionieri
PG 54 Passo Corese ,Fara in Sabina Dislocato a 35 km da Roma . 4.000 inglesi, sudafricani e Ghurka,  provenienti dalla resa di Tobruk , composto da tendopoli e pessime condizioni per la carenza di cibo. Molti prigionieri dopo l’8 settembre fuggirono rifugiandosi sulle montagne appenniniche. Questo campo è stato completamente evacuato nel gennaio 1944.

1.100 inglesi, sudafricani e prigionieri di guerra americani  furono fatti salire sul treno per essere trasferiti e internati in Germania. Il 28 gennaio 1944, il treno attraversando la ferrovia Orvieto fu bombardato da aerei USA inconsapevoli del carico. I tedeschi abbandonarono i prigionieri chiusi nei vagoni e fuggirono.  Furono circa  500  i prigionieri uccisi.

PG 55 Busseto Vicino a Piacenza . 4 campi satelliti del lavoro.
PG 57 Grupignano Dislocato a Cividale del Friuli . Ufficiali, soprattutto Australia e Nuova Zelanda.
PG 59 Servigliano Ascoli Piceno  Fino a 5.000 alla volta (greci, maltesi, ciprioti, inglesi, americani, francesi, slavi)
PG 60 Colle di Compito Lucca
PG 62 Grumello del Piano Vicino a Bergamo . Per lo più indiani e ciprioti. Sette campi di lavoro satellitari, tra cui Gamba, Cremona e Torbole.

 

PG 63 MarinaroAversa Vicino Arezzo . Per lo più indiani.
PG 65 Gravina -Altamura Bari
PG 66 Capua Campo di transito.
PG 68 Vetralla
PG 70 Monteurano Vicino a Fermo,  Ascoli Piceno
PG 71 Aversa Vicino a Napoli
PG 73 Fossoli di Carpi Vicino a Modena .
PG 75

Torre Tresca

Bari Campo di transito. Un lavoro di campo.
PG 77 Pissignano ,Campello ? Tenda camp – Foligno
PG 78 Sulmona Dislocato a  Sulmona servito come un campo di prigionia in entrambe le guerre mondiali. Durante la Prima Guerra Mondiale, ospitò prigionieri austriaci catturati  durante le battaglie dell’Isonzo e nelle campagne del Trentino.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, fu sede di ben 3.000 ufficiali britannici e del Commonwealth e soldati catturati in Nord Africa.  Dopo l’8 settembre 1943,  i detenuti di Sulmona sentirono voci di imminente evacuazione ed iniziarono la fuga.  Il 14 settembre arrivarono le truppe tedesche e la maggior parte dei  prigionieri furono trasferiti e internati in Germania, ma non prima che centinaia di loro  scapparono sulle colline. Un evaso  era l’autore sudafricano, Uys Krige , che ha descritto la sua esperienza in un libro dal titolo “La via d’uscita” (1946).

La vicina Villa Orsini  fu utilizzata da alti ufficiali britannici e del Commonwealth, tra cui il Generale Sir Adrian Carton de Wiart, Tenente Generale Sir Philip Neame, Maresciallo dell’Aria Boyd, il generale Sir Richard Nugent O’Connor, brigadiere Reginald Miles, il Brigadiere James Hargest

PG 78 / 1 Aquafredda Campo di lavoro neozelandesi
PG 80 Villa Marina Vicino a Roma
PG 82 Laterina Dislocato vicino ad Arezzo, 8.000 prigionieri.
PG 83 Fiume
PG 85 Tuturano Campo di transito
PG 87 Stalia 6.000  prigionieri
PG 89 Gonars Udine
PG 91 Avezzano
PG 97 Renicci Anghiari Arezzo
PG 98 San Giuseppe Jato Sicilia
PG 102 Vicino aL’Aquila Campo di transito
PG 103 Monigo Treviso
PG 103 / 6 Ampezzo Udine
PG 103 / 7 La Maina Dislocato a  Sauris vicino ad Ampezzo
PG 106 Vercelli 25 campi di lavoro, per lo più australiani e neozelandesi
PG 106/20 Arro Salussola
PG 107 Torviscosa Udine – Cinque campi di lavoro, tra Prati, San Donà di Piave, Torre di Confine, La Salute. Principalmente neozelandesi e sudafricani
PG 107 / 2 Prati
PG 107 / 4 San Donà di Piave
PG 107 / 5 Torre di Confine
PG 107 / 6 ?
PG 107 / 7 La Salute di Livenza
PG 110 Carbonia
PG 112 Torino
PG 113 Avio Vicino a Marsciano , Rovereto
PG 115 Marciano Vicino a Perugia
PG 118 Prato all’Isarco Vicino a Bolzano
PG 120 Chiesanuova Padova – campi di lavoro alle fattorie Bianco, Cetona, Abano, Fogolana.
PG 120 / 4 ?
PG 120 / 5 Abano
PG 120 / 8 Fogolana
PG 122 Cinecittà Vicino a Roma –  diversi campi di lavoro
PG 127 Locano Canavese Aosta
PG 129 Montelupone Macerata
PG 132 Foggia
PG 133 Novara
PG 136

CURA

Bologna
PG 145 Campotosto ,Montorio al Vomano (Provincia di Teramo )
PG 146 Mortara Pavia
PG 148 Bussolengo Vicino a Verona . Campo di lavoro per 250 detenuti, in gran parte neozelandesi , ma anche inglesi, scozzesi, egiziani, sudafricani, americani, indiani. 14 campi di lavoro satelliti a Isola della Scala, Lazise, ​​Mozzecane, Vigasio a San Bernardino, Montecchia di Crosara nel Basalti cave di pietra, fattoria Legnago / Vangadizza a Rosta, Zevio a Villa da Lisca, San Martino Buon Albergo, Bonavigo, Oppeano nel Mazzantica Village, vicino alla chiesa di Mozzecane, Angiari. Chiuso dopo insurrezione di massa dei prigionieri nei giorni dopo  l’8 settembre 1943.
PG 201 Bergamo ospedale in un ospizio
PG 202 Lucca ospedale in un monastero
PG 203 Bologna ospedale di Castel S Pietro
PG 204 Altamura ospedale in una scuola
PG 206 Nocera ospedale vicino a Rovello
PG 207 Milano ospedale
PG 339 Pisa
PG 454 Brindisi Principalmente indiani
tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi