Adolfo Rollo

Casamassima – il Crocifisso di Adolfo Rollo

ADOLFO ROLLO

LO SCULTORE ADOLFO ROLLO E IL SUO CAPOLAVORO

Adolfo Rollo nacque a Bari il 9 gennaio 1898 e fin dall’età di otto anni, come egli stesso scrive nel trafiletto preposto a “I bronzi di Adolfo Rollo” , “si diè a copiare la natura”.

La sua infanzia ed adolescenza trascorsero quindi a bottega ove approfondì e perfezionò sempre più l’arte del disegno e quello di scultore della pietra e del marmo.

Dopo la leva si trasferì in Brasile ove copiosa fu la sua produzione artistica e nel contempo seguì corsi di perfezionamento concentrandosi soprattutto sullo studio della figura umana.

Rientrato in Italia nel 1927, dopo qualche anno trascorso a Bari , cominciò a girovagare l’Italia soggiornando quasi sempre presso monasteri che ne acuirono il sentimento religioso ispirandone quasi tutte le opere sino alla sua morte, avvenuta a Giovinazzo ove si era ritirato presso il convento dei Padri Cappuccini, nel 1985.

Le innumerevoli opere di carattere religioso diffuse su tutto il territorio nazionale e all’estero, ne fanno tra i maggiori interpreti contemporanei di arte sacra , con il primato mondiale della creazione di ben sette porte istoriate in bronzo (tra le quali le pregevolissime di Santa Fara in Bari), oltre altari, arredi sacri, e crocifissi.

Tra questi quello che è considerato il suo capolavoro eseguito nel 1942 : il Crocifisso della Chiesa della Santa Croce di Casamassima.

Marilina Pagliara, architetto

La Voce del Paese, 24 marzo 2012

 

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi