Alpini

DALLA RUSSIA SOTTOTENENTE SIMONE SILECCHIA DI CASSANO MURGE (BA) – Vitoronzo Pastore

DALLA RUSSIA SOTTOTENENTE SIMONE SILECCHIA  DI  CASSANO  MURGE (BA)

IL Commissariato Generale Onoranze ai Caduti in Guerra notifica che:

Simone SILECCHIA era nato l’11 maggio 1920 a Cassano delle Murge, disperso il 20 agosto 1942, luogo del decesso e sepoltura, sconosciuto.

Biglietto postale, lineare del 54° Reggimento Fanteria Sforzesca -10^ Compagnia, inoltrata il 25.4.42 dall’Ufficio P.M. 69 dislocato a Novara, per Cassano Murge

Miei cari, vi ho scritto parecchie volte, ma senza alcuna risposta, come mai? Non voglio assolutamente credere che non stiate bene. Forse aspettate me, ma miei cari, qui ci si trova in condizioni tali ora che l’ultimo pensiero è la licenza. Non ho neanche il coraggio di chiederla, perché capisco che mi potrà essere negata, comunque tento lunedì e mi auguro che vada tutto bene. Confortatevi nel sentire mie ottime buone, augurandoci così sempre. Ieri sono stato a Torino come teste in un processo, sono stato mezza giornata e sono tornato stanco. Il tempo si va rimettendo, ma sogno la nostra bella primavera. Datemi vostre notizie e subito. Mille saluti a tutti, bacioni infiniti, vostro Simonetto.

Franchigia manoscritta 54° Reggimento Fanteria – 10^ Compagnia, inoltrata durante il viaggio e spedita l’11.7.42 dall’Ufficio P.M. 3200 (Concentramento P.M. Bologna) annullo in transito, per Cassano Murge.

Tra 4 ore finisce il viaggio in treno per iniziare quello a piedi. Morale alto. Condizioni fisiche e spirituali ottime. Attendo vostra posta. Vi penso. Saluti a che chiede di me. Abbracciandovi e baciandovi, vostro Simone.

Franchigia, manoscritta 54° Reggimento Fanteria -10^ Compagnia, Inoltrata  il 17.7.42 dall’Ufficio P.M. 69 dislocato a Rikovo (Yenakiieve ora Ucraina) spedita durante l’offensiva verso Jvanovka, per Cassano Murge

Tutto divinamente bene, ho appena finito di mangiare una gallina con un collega. Vedete bene come va. Si va avanti, il nemico sfugge alla battaglia, quindi un po’ di fatica nelle marce e nel caldo, del resto niente di niente. Non ricevo più vostra posta, scrivetemi e per via aerea.

Cartolina Postale per le FF.AA. manoscritta il 18.6.42, era inquadrato nella 10^ Compagnia del 54° Reggimento Fanteria,  inoltrata il 10.7.42 dall’Ufficio Posta Militare n. 69 dislocato a Novaia Gorlovka.

Miei cari,  sempre il primo pensiero del giorno è a voi. Questa notte è venuta giù acqua, l’aria si è quindi rinfrescata. Oggi si va ancora avanti e tra giorni sentirete l’esito delle nostre azioni vittoriose. Sto benone. Ho ricevuto una cartolina di Vituccio da Acquaviva comunicandomi l’esito della sua visita, preoccupatevi di collocarlo in qualche impiego. Perdonatemi se vi scrivo sempre così breve, capite bene che non posso fare diversamente. Scrivetemi per via aerea, saluti a tutti, bacioni Simone.

Breve nota storica: Il 54° Reggimento Fanteria  con il 53° Reggimento Fanteria e il 17° Reggimento Artiglieria formavano la Divisione Fanteria “Sforzesca”. Nel giugno del ’42 la Sforzesca  venne mobilitata ed inviata nel luglio al fronte russo attestandosi nel settore del XXXV Corpo d’Armata italiano. Dal 14 al 18 luglio vi fu un’azione offensiva contro Jvanovka, in agosto è sul fiume Don. Il 18.12.42 comincia ad arretrare sotto la pressione sovietica.

Fronte e retro di biglietto Postale per le FF.AA. manoscritto il 15.742 (durante l’offensiva verso Jvanovka), inoltrato il 20.7.42 dall’Ufficio Posta Militare n° 69 dislocato a Rikovo (Yenakiieve ora Ucraina)

Miei carissimi,  solo ora dopo parecchi giorni di fatica e di marcia ho un minuto libero, sto benone, proprio bene. Si marcia e si canta (italiani paioti) dicono i russi. Il sacrificio e la fatica è nulla, si dovrà finire una volta per sempre, non  abbiamo avuto il piacere di vedere il nemico, scappa come una lepre. C’è ottimismo e entusiasmo, vogliamo passare un inverno tranquillo, perciò daremo forte. Il morale è sempre alto, anche se qualche volta subisce delle variazioni, con un po’ di riposo e da mangiare il soldato italiano canta, canta. Ho ricevuto la vostra posta con immenso piacere nelle soste delle marce, torno a rileggerle. Non posso scrivere a lungo, mi piace che anche voi abbiate un ottimo morale, vedrete che andrà per il meglio com’è cominciato. Ho visto in marcia la Divisione di quel Cassanese, ma lui no, poi non mancherà tempo e occasione. Vi prego d’inviarmi un altro paio di lenti graduazione 3/10, con una montatura forte e folta in modo da potermi mettere la maschera, cioè schiacciato ai lati, il mio di ricambio me lo son messo e son rimasto solo con uno perché l’altro si è rotto. Scrivetemi per via aerea. Vi scriverò sempre e più volte al giorno, vi bacio, Simone.

Franchigia, manoscritta 54° Reggimento Fanteria -10^ Compagnia, inoltrata  il 31.7.42  dall’Ufficio P.M. 69 dislocato a Krasnyi (dal 21.7 al 4.11.42 si sposta in 15 diverse località della Russia) per Cassano Murge

Miei cari, siamo sempre in movimento, solo ora ho la possibilità di darvi mie nuove; sto benone, i km si mangiano che è una bellezza, sempre però a scapito del nemico, che decisamente non si vuole arrestare, almeno per darci sosta. Comunque non vi preoccupate, un buon riposo e una bella gavetta di pasta asciutta si dimenticano le centinaia di km che si divorano. Appena avrò tempo vi scriverò più a lungo, saluti e baci a tutti, vostro Simone.

Immagini Archivio privato dell’Autore

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi