Caduti e Dispersi

Turi (Bari) Iacovazzi Michele Caduto a Bardia

IACOVAZZI MICHELE di Turi (Bari)

Il 3 debbraio 1940 si presentò al Distretto Militare per chiamata alle armi. Inquadrato nel 201° Reggimento Artiglieria Divisione CC.NN. “23 Marzo” ed inviato al Deposito 9° Reggimento Artiglieria di Corpo d’Armata in Foggia per la vestizione e attesa per trasferimento in Africa Settentrionale. Il 26/2/40 si imbarcò a Napoli per la Libia sbarcando a Bengasi il 29/2 raggiungense il Reparto di inquadramento.

 
 
 Cartolina Postale per le FF.AA. inoltrata il 2/2/41 dall’Ufficio Posta Militare n° 403 dislocato a Valona (Albania).
 
 Manoscritta da Iacovazzi Natale del 139° Reggimento Fanteria dislocato a Berati, (Albania) fratello del Michele che in pieno conflitto italogreco scriveva al Comando del 201° Reggimento Artiglieria in Libia:
1/2/41 Egregio Comandante, scrivo questa cartolina a V.I. per sapere notizie di mio fratello Caporale Iacovazzi Michele, del 3° Gruppo 9^ Batteria la quale non si riceve notizie da oltre 45 giorni, ne io, e neanche la famiglia, prego V. I. da buon padre, di farci conoscere questo, per amore di famiglia. Saluti a tutti in Libia. Un saluto militaresco a V. I., il caporale maggiore Iacovazzi Natale. Vi prego voglio notizie.
 
 
Il 3/4/41 il Comando Deposito del 9° Reggimento Artiglieria di C.A. in Foggia dichiarava che il Iacovazzi non risultava dagli elenchi di coloro che si trovavano presenti all’Ufficio Stralcio della Divisione in Zavia (Tripolitania) pertanto il Michele era da considerarsi disperso o prigioniero salvo ulteriori accertamenti.
 
 Il 18/4/41 l’Ufficio Prigionieri di Guerra della C.R.I. di Roma comunica a conferma che il Michele risulta prigioniero in Egitto
 
 
Comunicazione del 19/1/44 del Comune di Turi al Distretto Militare di Giovinazzo per richiesta di libretto di “Presenza alla Bandiera”.
In data 28/2/44 il Comune di Turi trascrive l’estratto di certificato di morte e dichiara che il Michele il giorno 15 dicembre ’40 nella zona di Bardia è deceduto a seguito a ferite multiple riportate “in combattimento” come da segnalazione del Ministero della Guerra in data 26 febbraio 1943 e del registro tenuto dall’Ospedale da Campo n° 455° a pagina 167 e sepolto nel Cimitero Militare di Bardia (Scemas) come da relativo verbale compilato il 31/7/42 e firmato dall’incaricato della tenuta del registro – Capitano Medico A. Izzo e testimone Cappellano Militare Mattei P. Paolo.
Il nome di Michele Iacovazzi è inciso sull’elenco dei Caduti per la Patria del Monumento ai Caduti del Comune di Turi.

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi