I.M.I. Internati Militari Italiani

I. M. I. STALAG III B – Vitoronzo Pastore

Stammlager III B

Lo Stalag III B era situato a Fürstenberg sull’Oder, vicino al confine polacco. Alla fine della guerra Fürstenberg  aveva solo 28 abitanti; nel 1961 venne aggregata con la cittadina di Schönfließ, l’insieme prese il nome di Eisenhüttenstadt.

Interno delle baracche

Nello Stalag vi passarono circa 50.000 prigionieri; 43 baracche erano per americani, belgi, francesi, italiani, jugoslavi, olandesi, rumeni, serbi, cechi e russi, di questi ultimi, molti morirono per malattie e denutrizione. Nello Stalag erano presenti prigionieri ebrei e furono emarginati nello “Judenbarack”. Stazionarono circa 4.500 prigionieri, il restante numero era sparso in circa 600 ArbeitKommando che operavano nel Brandeburgo e nel Spreewald. Lo Stalag venne liberato dall’esercito sovietico il 2 aprile 1945.

Cartolina manoscritta il 27 gennaio 1944 da Giovanni ANSALDI, matricola 302888, inoltrata per Cerro Tanaro (Asti)

Cari genitori, vengo ancora a voi; non ricevo ancora vostre notizie, spero che stiate bene tutti come finora è di me. Vi invio insieme a questa mia un foglio il quale serve per spedire un pacchi, mi raccomando se potete al più presto: pane biscottato o gallette, roba da sostanza. Baciandovi, vostro Giovanni.

Manoscritta il 10 ottobre 1943 da Amedei FUNIANI, matricola 912010, inoltrata il 22.10.43 per Aversa-Lusciano (Napoli, ora Caserta)

Cara moglie, ti invio questa mia per dirti che sto bene in salute, come spero di te. Mi trovo prigioniero in Germania. Non puoi credere il rimorso di non sapere notizie dei bambini, spero che stanno bene compreso tutti in famiglia. Caramente, ti bacio, Amedei.

Manoscritta il 7 ottobre 1943 da Fortunato FIRORI, matricola 307957, inoltrata il 14-10.43 per Ponte nelle Alpi (Belluno)

Carissima moglie, vengo con queste poche righe, mi trovo bene e così spero di voi tutti. Fammi sapere le notizie di Vittorio e qualche cosa di casa mia. Informati se puoi mandarmi un pacco. Taglia la cartolina, l’indirizzo è già scritto. Saluti e baci, tuo Alfredo.

Manoscritta il 17 ottobre 1943 da Raniero RAINATI, matricola 316892, inoltrata il 22.10.43 per Campofilone (Ascoli Piceno, ora Fermo)

Carissima consorte, vengo a farti presente che la mia salute, vorrei tanto sperare di voi tutti. Invio saluti e baci a tutti l’intera famiglia, sempre, Raniero.

Manoscritta il 12 ottobre 1943 da Arnaldo BEGARONI, matricola 304437, inoltrata il 22.10.43 per Ramiano (Parma)

Carissimi genitori, vengo a voi con il mio buono stato di salute, così spero a voi tutti, sto bene, sto con Enzo di Vallerano, ho visto Cieli Giovanni di Calestano il 30.9. Saluti a tutti i parenti e amici, a voi baci e baci, se spedite pane e maglie. Addio.

Manoscritta il 26 novembre 1943 da Domenico SORACI, matricola 312384, inoltrata il 4.1.44 per Jacurso (Catanzaro)

Mia cara madre, vi comunico le mie notizie, sto bene, così voglio sperare di te e di tutti in famiglia. Speriamo che presto staremo nelle vostre braccia. Baci e abbracci a te e a tutti in famiglia, Domenico, salutate la famiglia della mia Lisenza.

I. M. I. NELLO STAMMLAGER III A – Vitoronzo Pastore

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi