I.M.I. Internati Militari Italiani

INTERNATI MILITARI ITALIANI NELLO STALAG V B – Vitoronzo Pastore

Stammlager V B

Questo Stalag fu installato nella regione di Baden Württemberg  vicino alla Foresta Nera nei pressi di Villingen, a 40 km da Freiburg-Breisgau e circa 50 chilometri dal confine svizzero. Per questo motivo, era conosciuto come uno dei più facili per evasioni a causa della vicinanza della insenatura di Sciaffusa, riducendo notevolmente la distanza con la libertà.

Ha ospitato prigionieri inglesi, scozzesi, canadesi, serbi, polacchi, ucraini, russi, francesi e dal settembre del 1943 un nutrito gruppo di Italiani. Gli internati furono  impiegati  in campi di lavoro, principalmente in agricoltura, edilizia, aziende metalmeccaniche e pulizia delle strade in inverno. Le evasioni furono frequenti; i prigionieri ripresi vennero trasferiti nel campo di rappresaglia, il tremendo Stammlager di Rawa Ruska.

Lo Stalag venne liberato il  20 aprile 1945.

Alcuni prigionieri del  Commonwealth

Cartolina postale manoscritta il 28.10.43 da Corradino LANZA, matricola 74153, campo di lavoro 86002, inoltrata il 14.11.43 per Ronco Biellese (Biella)

Carissima Cesira e voi tutti, da molto che desideravo inviarvi queste mie poche righe di cui saranno molte gradite. Io sto bene, lavoro. Riguardatevi sempre e senza rinunce. Forti baci a tutti, tuo Dino.

Manoscritta l’8.1.45, inoltrata il 18.1 e arrivo a Milano il 3.2.45

Carissima Cesira, attendo tue notizie, credo che stiate tutti bene, io pure. Il mio braccio è guarito bene, stai tranquilla. Credo che potrei fare un romanzo. Se ho la fortuna come speriamo di ritornare, potrò raccontare qualche cosa. Ho ricevuto lettera dai miei, saluti a tutti, baci a te, Dino.

Manoscritta il 18,2.44 da Giovanni CORALLO, matricola 55601, inoltrata il 21.2.44 per Vittoria (Ragusa)

Cara sposa, fino ad oggi sto bene, spero di te e dei nostri figli, saluti e baci a te e tutti in famiglia. Attendo tue notizie, baci Giovanni.

Manoscritta il 19.6.44 da Pasquale SECRETI, matricola 43437, inoltrata per San Giovanni in Fiore (Cosenza)

Mia cara sorella, ti scrivo questa cartolina per farti sapere il mio buono stato di salute, come spero di te e dei nostri cari genitori e fratelli. Vi prego di avere sempre coraggio, prima o dopo, tutto il disagio terminerà. Saluti il tuo fidanzato, baci a mamma e papà e a tutti di famiglia. Scrivetemi, tuo fratello Pasquale.

Biglietto postale manoscritto il 6.8.44 da Giovanni DE MICHELIS, matricola 47525, inoltrato il 13.8.44 per Saluggia (Vercelli), timbro di arrivo il 5.9.44

Carissimi genitori, vengo nuovamente con questo mio scritto in cambio della vostra graditissima lettera giuntami ieri in data del 30 giugno. Dalle vostre notizie appresi della vostra ottima salute, così vi posso assicurare di me. Carissimi, sono rimasto un po’ spiacente, vengo a sapere da altri che la mamma non gode ottima salute. Per cortesia scrivetemi di lei. Ho saputo che quest’anno la raccolta del grano è stata più lunga dell’anno scorso. Ho inviato dei moduli per pacchi, fino ad ora non ho ricevuto niente. Vi prego di informarvi presso la Croce Rossa. Abbracci e baci tutti, vostro Gianni.

Manoscritto il 5.12.43 da Clemente GUIDOTTI, matricola 40592, inoltrato il 20.12.43 per San Maurizio d’Opaglio (Novara)

Cara sorella, vengo a te con questa lettera per farti sapere che sto in buona salute, come spero di te e dei nostri cari genitori, fratelli e sorelle. Io lavoro e mi trovo benissimo, passano i giorni e non mi accorgo. Appena ricevete questo scritto, fammi sapere subito come state, sicuramente meglio. A tutti voi auguro un buon Natale e speranzoso di riabbracciarvi presto, vostro Clemente.

Manoscritta il 23.7.44 da Mario PASTÈ, matricola 24345, campo di lavoro87004, inoltrata il 7.8.44 per Crescentino (Vercelli)

Cari genitori, giungo a voi con queste due righe per farvi sapere che ad oggi sto bene in salute, spero di voi tutti. Cari, ho ricevuto la vostra posta, mi dite che hanno lanciato caramelle alla Giudea, immagino il vostro spavento. Spero che nessuno si sia ferito. Vi ho spedito altri moduli per il pacco, fino ad ora niente, mi raccomando, solo roba da mangiare. In attesa di vostre, invio abbracci e baci e speranzosi della fine, vostro Mario.

Manoscritta il 20.8.44 da Ettore BASTUCCHI, matricola74186, campo di lavoro 86701/I, inoltrata il 2.9.44 per Rima San Giuseppe (Vercelli)

Carissimi cugini, pochi giorni fa ho ricevuto notizie da casa e quanto mi dicono che vi trovate tutti bene e mi fa molto piacere. Qui, al presente, sto bene in salute e proseguo nel lavoro e fa molto caldo. Pazienza, speriamo ad un presto rivederci desiderato da noi tutti. Saluti cari e sempre ricordandovi, vostro cugino Ettore.

Manoscritta il 5.10.43 da Anselmo SCARSI, matricola 73317, inoltrata il 19.10.43 per Castelferro (Alessandria)

Carissimi, mi trovo prigioniero in Germania, la salute è buona, spero che sia così di voi tutti. Per la risposta utilizzate l’acclusa risposta. Baci a voi tutti, Anselmo.

Manoscritta il 5.6.44 da Giuseppe NENDOLONE, matricola 41173, campo di lavoro 87002, inoltrata il 21.5.44 per San Pietro Mosezzo (Novara)

Carissimi papà e mamma, con questa cartolina vi giungeranno 3 modulistiche per i pacchi. Quello indirizzato a me, come al solito, negli altri due spedite riso e sigarette, così mangiando un risotto si dimentica, sebben per poco tempo, il consueto gusto delle rape. Io sto bene, altrettanto auguro a voi tutti. Bacioni e abbracci a voi, nonni e zii, Peppino.

I. M. I. STALAG V A – Vitoronzo Pastore

tunnel

Categorie

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi