I.M.I. Internati Militari Italiani

CANOSA DI PUGLIA – INTERNATO MILITARE SAVINO DI BIASE – Vitoronzo Pastore

Savino DI BIASE  

Nacque l’8 gennaio 1920 a Canosa di Puglia, da Michele e da Savina Metta, abitante in via G. Pesce, 6, di professione contadino.

Il  9 marzo 1940 si presentò al D. M. per chiamata alle armi, venne inquadrato nell’8° Reggimento Fanteria. Il 24.12.40 si imbarcò a Brindisi, sbarcando a Valona (Albania). Il 10.7.41 si imbarcò a Missolungi (Grecia)  per raggiungere l’Isola di Samo. Il 15.10.41 venne aggregato al 6° Battaglione Mortai da 81.

L’8 settembre 1943 si sbandò in seguito all’armistizio; il 3.11.43 venne catturato dai Tedeschi e internato in un Campo di concentramento dell’Isola. Il 10.12.43 venne internato a Belgrado con la matricola 3078.

L’8.11.44 evase dalla prigionia e si arruolò nei Partigiani yugoslavi e, successivamente alla liberazione della Yugoslavia, si consegnò al Comando alleato.

Il 28.7.45 si presentò alla C. R. Italiana di Trieste Assistenza Rimpatriati. Il 31.7.45 arrivò al Campo n. 2 del Centro Raccolta di Bologna. Venne collocato in congedo il 3.11.45.

Biglietto Postale per le FF.AA.,  manoscritto da Savino DI BIASE ardito della 1ª Compagnia Divisione “Cuneo”, inoltrato il 7.6.43 dall’Ufficio Posta Militare n. 62 dislocato all’Isola di Samo (Egeo), al retro timbro di arrivo 22.6.43

Cari amati genitori, con la presente rispondo subito alla vostra cara lettera; con gioia apprendo che state tutti bene in salute, così vi posso garantire di me. Mi avete spiegato che il fratello Francesco è andato a Caserta, spero e prego che rimanga sempre lì. Se ho fortuna di venire in licenza farei volentieri un salto a trovarlo. Cari genitori, ormai è più di un anno che mi trovo qui, a parte il fatto che con me ci sono diversi paesani, è molto difficile farsi trasferire altrove, comunque state tranquilli, a tutti non manca niente, la gente del posto è meravigliosa. Noi non li disturbiamo e loro ricambiano con molte cortesie. Non pensate a me, sto bene, stiamo tutti bene. Prima o dopo la guerra finirà e staremo tutti meglio. Fatemi sapere se avete ricevuto il vaglia postale che ho spedito da una settimana. Non ho altro da dirvi, scrivetemi presto, salutate tutti, amici e parenti, a voi baci e abbracci vostro figlio Savino.

Scheda redatta dagli Alleati il 25.7.45

Scheda di rimpatrio del 31.7.45 del Campo n° 2 del Centro Raccolta di Bologna

Archivio privato dell’Autore. Raccoglitore n. 24

Stammlager l’incubo della memoria – Vitoronzo Pastore

To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi